Meta

LA DIETA DEL GIORNO DOPO. COME DEPURARSI DOPO UN “ABBUFFATA”

Chi non sente l’esigenza dopo  una grande abbuffata di depurare il proprio corpo ? ma in che modo ? quali sono i consigli e, soprattutto i cibi da evitare per evitare di avere il costante senso di pesantezza ?Cosa fare dopo un mega pranzo o un cenone ?

Per smaltire gli eccessi alimentari non servono rimedi drastici o il digiuno, ma è sufficiente orientarsi su cibi leggeri e bere molta acqua. E’ ben risaputo che quest’ultima aiuta a drenare le tossine dell’organismo e può essere sostituita da tisane, specialmente quelle ai semi di tiglio, finocchio e betulla; anche il the verde è espressamente indicato perché aiuta a bruciare i grassi appena accumulati, mentre non si dovrebbe esagerare con il caffè.

e la “Frutta” ?  mele, pere, arance e kiwi sono quelle su cui si accendono i nostrin riflettori . Le mele svolgono un’azione antidiarroica, le pere e i kiwi giovano fondamentale nei processi di regolarizzazione intestinale, mentre le arance migliorano il sistema immunitario.  e le “Verdure” ?  spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine. E’ indispensabile mangiare dei bei piatti di insalata: un mix benefico di poche calorie, potere saziante e contributo di vitamine, calcio, fosforo e potassio; da abbinare con carote e finocchi, ottimi depuratori per la digestione difficile. Il tutto condito con olio d’oliva, antiossidante utile per favorire l’eliminazione delle scorie metaboliche e con il succo di limone che serve a pulire il sangue. E dulcis in fundo… non vanno trascurati i piatti a base legumi come i piselli, ceci, fagioli,  e lenticchie ricchi di “ferro” e fibre che aiutano l’organismo a smaltire i sovraccarichi e migliorare le funzionalità intestinali.

Doppo una “Grande Abbuffata”  è molto consigliata la dieta dei due giorni a bassissimo contenuto calorico e con potere depurante, da  ripetere ad ogni abuso…, stando attenti però a non approfittarne e a non prolungarla oltre le 48 ore.

La dieta del primo giorno consiste nell’assumere circa 1000 calorie: a colazione un bicchiere d’acqua naturale a temperatura ambiente da bere a digiuno e poi una tazza di tè verde o di orzo accompagnata da 4 fette biscottate, invece a metà mattinata uno yogurt o un frutto di stagione. A pranzo un’insalata mista abbondante, una fetta di pane e frutta a volontà, per poi continuare a merenda con uno yogurt magro o alla frutta e finire per cena con un minestrone a base di verdura e della frutta.

La dieta del secondo giorno consiste nell’assumere circa 1200 calorie: colazione, spuntino a metà mattinata e merenda identici a quelli del primo giorno, invece a pranzo un’abbondante insalata mista, 40gr di prosciutto crudo e 2 crostini di pane  e a cena un risotto agli spinaci o altre verdure, 200 gr di bieta cotta al vapore o lessata con un filo di olio extra verdine d’oliva, un filetto di branzino condito con olio a crudo e cotto possibilmente al cartoccio, un crostino di pane e un frutto a piacere.

Ovviamente per mantenere i risultati raggiunti dopo questi due giorni bisogna cercare di non eccedere troppo a tavola, di continuare a bere molta acqua durante il giorno, preferire verdure e riso e preparare delle tisane depurative la sera prima di andare a dormire.

Come in ogni cosa, gli “eccessi” danneggiano l’organismo.

Un pò di considerazione, una dose di buon senso miste a un pò di sport sono gli ingredienti ideali  per una vita equilibrata e piena di salute . Intanto Buone Feste

Dr G. Autiero

Direttore Editoriale Doctor Live News

Written by

No Comments Yet.

Leave a Reply